Ciao, mi chiamo Salvatore Marra e ho 20 anni da ormai 14 estati consecutive :)
Ingegnere (ci si prova almeno), ma soprattutto viaggiatore.
Viaggiatore si, e non mi stancherò mai di ripeterlo a chiunque mi si presenti, e a me stesso, ogni giorno.
Nato e cresciuto a Chieti, in Abruzzo, una terra magnifica, "forte e gentile", che consiglio fortemente di visitare almeno una volta nella vita; ho poi vissuto per motivi di studio a L'Aquila e ad Ancona, prima di stabilirmi per lavoro a Torino, dove vivo tutt'ora.
A volte.
 Si a volte, perché appena posso io parto. E vado dove la mia mente e le mie gambe mi trascinano, avvolto da un bisogno irrefrenabile, oserei dire primordiale, di esplorare, di conoscere, e di vagare, alla ricerca di cose curiose e che mi emozionino.
Non per forza percorrendo migliaia di chilometri; la nostra cara e vecchia Italia è ricchissima di spunti e meraviglie che non basta una vita intera per ammirarle tutte, e forse nemmeno due.
Spesso amo camminare senza meta nella città che mi ha accoglie da oltre 5 anni, Torino appunto, una città elegante e signorile, che non smetto mai di scoprire.


Ma a proposito di passi, facciamone qualcuno indietro.


Ho iniziato a viaggiare già da piccolo con la mia famiglia. Agli inizi degli anni Novanta i miei genitori, all'epoca entrambi insegnanti, comprarono un grazioso e onesto camper di seconda mano (immatricolato nel 1984, annata d'oro!), con il quale abbiamo girato su e giù per lo Stivale, per una decina di anni circa.
Quegl'anni da camperista e campeggiatore sono, a conti fatti, risultati fondamentali per me, ma allora ero troppo piccolo per capire quanto quelle esperienze meravigliose in compagnia della mia famiglia sarebbero state importanti in futuro.
A 16 anni (reali stavolta :D) avevo già attraversato tutte le regioni italiane, ad eccezione della Sardegna e del Friuli (che tutt'ora non conosco ahimè, ma rimedierò molto presto).

All'improvviso un giorno, come un'apparizione, è avvenuto un qualcosa di grandioso :  il mio primo volo aereo.

Lo ricordo alla perfezione : 5 Agosto 2002, maggiorenne da appena una settimana, un Roma - Londra a bordo di un veicolo della British Airlines (altro che low cost irlandese alla quale poi mi sarei dovuto inesorabilmente abituare, come debutto mi son trattato bene!), per trascorrere ben tre settimane in Inghilterra  e in particolare a Brighton. Una vacanza studio in compagnia di decine e decine di ragazzi provenienti da tutta Europa. Un' esperienza indimenticabile.

Poi è arrivato il periodo dell' università, e dei primi giretti in Europa : Barcellona, Madrid, Praga (visitata anni fa quando era ancora poco gettona e turistica, chissà che effetto mi farebbe tornarci ora...), vacanze al mare con amici in Croazia e in Grecia..."robette" così insomma.

Ma il vero ANNO ZERO, quello della svolta, è stato senza ombra di dubbio il 2013. Nell'ordine : laurea, viaggio di due mesi in Australia in solitaria, trasferimento a Torino e inizio della mia vita lavorativa.

BAAM.

Aspetta aspetta : hai detto Australia? due mesi? da solo???

Si, il mio primo volo intercontinentale è durato ben 24 ore e per giunta da solo. Credo che ormai sia ovvio che non ami le mezze misure :D

Sono stato ospite di una mia carissima zia che vive a Sydney, e da li ho vagato a zonzo due mesi nella terra dei canguri. E' stata senza dubbio l'esperienza più importante della mia vita fino ad ora, che rifarei mille volte e che consiglio a tutti. E sapevo già inconsciamente che da allora nulla sarebbe stato come prima.

Negli ultimi 5 anni ho attraversato 25 Paesi europei, ripetendo diverse esperienze in solitaria, come quella on the road in Andalusia, regione alla quale sono rimasto affezionatissimo.

Sono stato per ben due volte in Marocco, una terra meravigliosa, ricca di sapori e colori unici.
Ho avuto la fortuna di visitare uno Stato incredibile come la Giordania prima dell'avvento delle compagnie low cost, impreziosito da due perle indiscusse come Petra e il deserto del Wadi Rum, questa volta insieme ad un gruppo di grandi amici di lunga data.
Ho attraversato l'intera Islanda a bordo di un' utilitaria insieme ad una mia cara amica e compagna di avventure. L'Islanda è l'Islanda : una volta che la incontri non puoi più farne a meno. Provare per credere.
Ed è proprio durante questi miei viaggi che è nata in me la voglia di creare qualcosa che li racconti, e che allo stesso tempo rappresenti una sorta di compagno di viaggio virtuale.

Il Mondo Attraverso vuole essere un po' tutto questo.

Raccontare le mie avventure di ogni genere in giro per il mondo. Dimostrare che ogni viaggio può davvero trasformarsi in un' esperienza fondamentale da vivere.
Dimostrare che ogni volta che si viaggia, qualunque percorso si decida di intraprendere, qualunque sia la strada attraversata e qualunque sia il passato che ci si lascia alle spalle, si ha sempre la chance di fare scoperte straordinarie per le quali vale la pena partire, e l'opportunità di imparare cose dannatamente vere e reali.
Tante sono le idee di viaggio che ho in mente per il futuro, molte davvero enormi e talvolta bizzarre, che chissà se riuscirò mai realizzare. Alcune però so per certo che presto si concretizzeranno.
Spesso mi piace molto scegliere mete non convenzionali e lontane dal grande turismo di massa, perché ritengo che sono proprio quelle in grado di sorprenderti più di tutte.
Perciò se ti va, seguimi e te le racconterò piano piano, con aneddoti e curiosità, arricchite con qualche foto e qualche breve video.
Sarebbe bello attraverso il blog e i social, scambiarci tra noi idee, spunti, consigli e opinioni, e poter imparare da chi in un luogo c'è già stato e lo ha già vissuto.
E se un piccolo e modesto blog di un semplice viaggiatore abruzzese potrà un giorno ispirare qualcuno a viaggiare e a mettersi in gioco nel mondo, non potrò che esserne felice e orgoglioso.

Buon viaggio a tutti! :)